lunedì 29 marzo 2010

I parroci di San Giorgio

PARROCCHIA DI SAN GIORGIO MARTIRE
CASALE CORTE CERRO
ELENCO DEI PARROCI

N. COGNOME E NOME PATRIA ENTRATA IN PARROCCHIA NOTE
1 Brusa Battista Ornavasso 1593 Cappellano
2 Tedesci Giov.Maria Ornavasso 1596
3 Cranna Giov. Giulio Crusinallo 3 maggio 1599
4 Zanoletti Angelo Antonio Casale 3 settembre 1599
5 Cranna Giov. Giulio Crusinallo 19 agosto 1606
6 Falciola Giov. Antonio 6 novembre 1607
7 Comola Giuseppe Omegna 5 marzo 1608 Parroco dal 4/10/1608
8 Leidi Giovanni Battista Massiola 27 dicembre 1609 Rinuncia 1621
9 Nobili Tommaso Crusinallo 22 ottobre 1621 m.1631
10 Baldioli Pietro Omegna 5 gennaio 1632 Si ritira 1669
11 Cane Bernardino Loreglia 1 novembre 1669 m. 12/1/1725
12 Bionda Giov. Giacomo Ricciano 25 gennaio 1725
13 Donna Giuseppe Antonio Varzo 22 aprile 1725
14 Ragazzi Giuseppe Antonio Buglio 6 gennaio 1764
15 Bocciolone Mattia S.Maria d’Invorio 8 aprile 1764 m. 14/2/1805
16 Capra Giovanni Battista 18 febbraio 1805
17 Mostini Giovanni Romagnano 14 luglio 1805 m. 3/1/1824
18 Rabajoli - Apostoli 24 gennaio 1824
19 Caroues Giuseppe Intra 4 agosto 1824 m. 21/12/1858
20 Duelli Giuseppe Cureggio 15 gennaio 1859
21 Sertorio Giovanni Borgomanero 24 giugno 1861 Rinuncia
22 Salsa Francesco Bellinzago 1870
23 Ranzoni Giuseppe Pallanza 22 gennaio 1872 m. 19/3/1895
24 Conti Luigi Maggiora 20 agosto 1895
25 Tettoni Pietro Invorio Inferiore 19 agosto 1896 Trasf. Domodossola
26 Ardizoia Giuseppe Oleggio Grande 9 giugno 1904
27 Calderoni Giacomo Casale 18 dicembre 1904
28 Lilla Luca Pisano 1 febbraio 1919
29 Belloni Pietro Intra 1 ottobre 1919 Rinuncia, m. 1955
30 Beltrami Renato Omegna 5 settembre 1954 m. 28/11/1998
32 Manzini Enrico Borgolavezzaro 5 settembre 1999 Trasf. Preglia
33 Segato Pietro Montecalda (Vicenza) 26 ottobre 2008

Da un elenco manoscritto conservato in casa parrocchiale

domenica 28 marzo 2010

Notizie 28 Marzo 2010

LE CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA SANTA
Venerdì Santo, 2 aprile, si svolgerà la tradizionale Via Crucis notturna verso il santuario del Getsemani, sotto la guida dei Legionari di Cristo, con partenza alle 20,30.
Le celebrazioni della Resurrezione, con la benedizione dell’acqua e del fuoco, si svolgeranno sabato 3, alle 22,30 nella chiesa di Casale e alle 21,30 in quella di Ramate.

PER LA TORTA DI SAN GIORGIO
E’ aperta in casa parrocchiale la raccolta degli ingredienti per la realizzazione delle ‘torte del pane’ per la patronale di San Giorgio. Sono richiesti latte, amaretti, zucchero, cioccolato fondente, e vanillina. Più tardi serviranno anche uova e limoni.

LIETI EVENTI
I migliori auguri al piccolo Matteo Gravinese, che domenica 4 aprile entrerà a far parte della comunità parrocchiale di San Giorgio con la celebrazione del Battesimo.

sabato 27 marzo 2010

DLÄ RÄMOLIVÄ Ä PASQUÄ

Dominicä 28 ëd marz, Rämolivä (domenica delle Palme).
Së piòv për lä Ramolivä, lä vëgn për quäräntä dì dë filä, zévän ij vécc. Comè dìi che për sés ä smän, sèt dominigh, quäräntädui dì për lä precisón, säréss ‘nä maledizión unicä. E për d’aut, quäräntä l’è sémpä stacc on brut numër: quäräntä dì gh’è durà ‘l diluvi universàal, quäräntä dì l’è stacc ël Signor int ël desèrt sënzä päciàa né bévä, quäränt’agn ij hän girondà ij ebrèi inprumä dë podée ruvàa in lä Tèrä Promëssä… Särà për cost che colä dominicä lì ‘ss pòrtä in procissión ij calèm d’oliv, për fàa lä pas cont ël Ciél e tëgnässal bón.
Ël dòpdisnà dël Giòbiä Sänt, ‘nä vòtä, ij bòciä dë Cäsàal favän lä procissión dij Giudé: navän fin Prà Maulèiä piäntàa on crosìn ëd lëgn e fàa mëréndä. Dèss l’usänzä s’è përdova, ma lä serä dël Vënër Sänt l’è tutä lä sgént dël paés, insëmä ténci forèst, ä rämpigàa fin su’l Getsemani, dal neucc, për lä Via Crucis. L’è sémpä ‘n ocasión particolar, squasi ‘nä seràa magicä, che së fodéss miä për lä pässión dël Signor lä podaréss smiàagh a vunä dë cui cerimòni che ij neusti avi ä tignévän in mézz ij bosch për ij sòv divinità.
E së spèciä lä neucc dël Sabät, quand ij cämpän dlä gésä tornärän fàa sentä la seu vos, quand agh särà pu dabseugn dë sonàa lä tich-e-tach; e lä matin dlä dominicä, quänd ass podarà mës-ciàa l’aivä dë trëi fontän e dovralä për bägnagh ij eucc aij matälitt, che’l Signor agh prësèrvä la vistä.
Gh’è pässà duimilä agn, ma l’è comè së fodéss iér…
barba Bunin

lunedì 22 marzo 2010

'L caplon dël Sisto






L'amico Priamo Fantoni ci ha inviato una vera chicca. Si tratta della fotografia del Caplon dël Sisto, la grande cappelletta devozionale - proprietà del famoso Sisto Calderoni, negoziante e allevatore di maiali - che era situata nel centro di Casale, all'incrocio tra le attuali vie Martiri, Superiore e Montebuglio. Fu demolita per allargare la strada e costruire un'autorimessa; sulla parete esterna di quest'ultima è posta una formella devozionale, a ricordo della precedente costruzione.


domenica 21 marzo 2010

Equinozio di primavera

Incheui ël sol ël và int lä cà dël moton (ariete) e ruvä lä Prumavérä.

Incheui sän Bënëdèt:

për sän Bënëdèt, lä rändolinä in su'l tëcc.

Notizie 21 Marzo 2010

ASSOCIAZIONE PROMOZIONE ANZIANO IN ASSEMBLEA
Si terrà mercoledì 31 marzo alle 21, presso la sala consiliare del municipio, l’assemblea plenaria dell’ associazione per la Promozione dell’Anziano.
All’ordine del giorno l’approvazione dei bilanci 2009 e 2010, l’analisi delle attività svolte e il programma per quelle future. Ma soprattutto si dovrà procedere al rinnovo delle cariche sociali, essendo il consiglio direttivo giunto a naturale scadenza.
Sono invitati i soci e tutti coloro che volessero in qualche modo impegnarsi nei diversi settori in cui si sviluppa l’attività del sodalizio, dall’assistenza agli incontri culturali, dai corsi di informatica alla redazione e stampa del Taquin dë cui dë Cäsàal.

CASALE FUORI DALL’INVERNO E TEATRO DIALETTALE
L’assessorato comunale alla Cultura ricorda l’appuntamento con il Teatro di Passi di Guido Tonetti, in programma per giovedì 25 marzo, alle 21, presso la sala consiliare del municipio, con ‘Frammenti dall’Odissea di Omero’.
Sabato 26, alle 21, presso il centro culturale Il Cerro di Ramate la compagnia Maggiainscena di Maggia – canton Ticino – porterà in scena due pieces comiche intitolate ‘Polver e polveron’ e ‘Il walzer degli spazzini’.

PELLEGRINAGGIO PRIMAVERILE
La parrocchia di San Giorgio organizza per sabato 10 aprile una gita – pellegrinaggio al santuario del Bambin Gesù di Praga, presso Arenzano (Genova).
Partenza in pullman alle 7 e rientro in serata; pranzo al sacco o, a scelta individuale. presso i ristoranti della città. Costo previsto 13 euro per il solo viaggio.
Prenotazioni obbligatorie in casa parrocchiale entro il 5 aprile.

RINGRAZIAMENTI
La ‘cena indiana’ tenutasi all’oratorio Casa del Giovane la sera del 13 marzo ha fruttato oltre 1100 euro. Al netto delle spese si sono potuti consegnare a padre Michele, confratello di padre Joseph e padre Casimiro, ben 600 euro da destinare al sostegno dei bisognosi nella sua città di Coimbratore, nell’India sud orientale. Tenuto conto dei salari medi in quella zona, permetteranno il mantenimento di una persona per circa due anni.
Un sentito ringraziamento a coloro che, in qualunque modo, hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa.

mercoledì 17 marzo 2010

Serata per Cate

Comune di Casale Corte Cerro
Venerdì 26 marzo ore 21.00 Centro Culturale Il Cerro (Ramate di Casale Corte Cerro)

SERATA PER CATE - SPETTACOLO ARTISTICO A SCOPO BENEFICO

Immagini, parole, danza
commento musicale
(musiche di Chopin e Gershwin)
Collaborano con GliamicidiCate:
al pianoforte il maestro Alessio Lucchi
ai proiettori Fotoclub “L’Obiettivo” di Casale Corte Cerro
alle danze Scuola Primaria di Ramate (Istituto Galileo Galilei),
progetto Danza Sportiva, a cura del maestro Moreno Bianchi

Entrata libera: il ricavato della serata sarà interamente devoluto all’Associazione GliamicidiCate per lo studio della Fibodisplasia ossificante progressiva.
Si ringraziano anticipatamente coloro che interverranno e coloro che devolveranno somme a questo progetto
La serata sarà dedicata al tema dell’amicizia., quindi vedrà la collaborazione di dverrse forme artistiche:
la musica, eseguita al pianoforte dal maestro Alessio Lucchini, che ha scelto brani di Chopin e di Gershwin,
la fotografia, proposta dal Fotoclub l’Obiettivo che accompagnerà le musiche proiettando più immagini,
la danza, con l’intervento di alcuni bambini della scuola primaria che seguono il Progetto di Danza Sportiva del maestro Moreno Bianchi
la letteratura con brani dedicati all’amicizia che si alterneranno ai brani musicali.
Una serata speciale sia per la finalità che si propone sia per l’originalità della proposta. : il ricavato della serata sarà interamente devoluto all’Associazione GliamicidiCate per lo studio della Fibodisplasia ossificante progressiva.

lunedì 15 marzo 2010

SÄN GIUSÈP

SAN GIUSEPPE
Patrono di falegnami, carpentieri, operai e padri di famiglia era festeggiato tradizionalmente il 19 marzo, mentre nel nuovo calendario lo ritroviamo al 1 maggio, festa dei Lavoratori.
Del padre putativo di Gesù parlano ben poco i testi evangelici ufficiali; apprendiamo da questi la sua discendenza regale, dalla stirpe di Davide, e il suo mestiere di falegname, ma in pratica null’altro. Molto più prodighi di notizie dal sapore di leggenda sono invece i vangeli apocrifi, soprattutto il Protovangelo di Giacomo, che lo descrive come un anziano possidente, vedovo e con figli, che un giorno sarebbe stato convocato con altri uomini della sua stessa condizione presso il tempio, per trovare marito ad una fanciulla dodicenne, Maria, allevata dai sacerdoti. Gli uomini vedovi dovevano allora portare sempre un lungo bastone quale segno della loro condizione; il gran sacerdote raccolse tutti i bastoni dei convenuti, li benedisse e quindi li restituì ai relativi proprietari. Quando Giuseppe impugnò il suo, questo improvvisamente fiorì (secondo altre versioni ne uscì una colomba che gli si andò a posare sulla spalla) e tale fu il segno divino in base al quale la Vergine gli fu data in sposa; il bastone fiorito è il simbolo con il quale il santo viene normalmente rappresentato.
Il suo culto è largamente diffuso anche da noi. Sue immagini sono presenti su numerose cappellette devozionali, ad esempio la cappella Camona, in via Fratelli Nolli, a Casale, a fianco della Madonna Nera, la Vergine d’Oropa. Statue di san Giuseppe si possono ammirare nelle chiese parrocchiali di Montebuglio e Casale e se ne ricorda una anche a Ramate. Una bella rappresentazione di tutta la Sacra Famiglia si trova invece nella cappella Bottamini, al Motto, all’imbocco dell’antica strada pedonale per Tanchello e Montebuglio.
Doveroso è poi ricordare la lunga presenza delle monache dell’Ordine Giuseppino all’asilo di Casale e in quello di Ramate.

domenica 14 marzo 2010

Notizie 14 Marzo 2010

CENA INDIANA ALL’ORATORIO
E’ stato un successo la “cena indiana” organizzata dal gruppo famiglie del’oratorio Casa del Giovane nella serata di sabato 13 marzo 2010. Sotto la direzione di padre Joseph Raj e con la fattiva collaborazione dei suoi confratelli Carmelitani Scalzi, nonché delle suore dell’asilo Sesana di Crusinallo, è stata preparato un menù a base di specialità culinarie dell’India meridionale, tutte particolarmente apprezzate dagli oltre 130 partecipanti.
Durante tutta la serata padre Casimiro Amalraj, cappellano delle due Quarne, ha presentato con filmati, fotografie, abiti e oggetti tipici la cultura, gli usi e le tradizioni della sua lontana patria.
Una grande simpatia è stata manifestata agli amici indiani da tutti i presenti, ben riassunta da don Pietro Segato con i sentiti ringraziamenti ai confratelli che hanno accettato di lasciare la loro terra per venire in questa nuova “zona di missione” ad aiutare comunità che, sempre più spesso, non riescono a trovare al loro interno le necessarie vocazioni.

BILANCIO PARROCCHIALE
La commissione tecnico – economica della parrocchia di San Giorgio ha licenziato il bilancio consuntivo delle attività per l’anno 2009, pubblicato nel bollettino parrocchiale del 14 marzo e reperibile anche al sito web parrocchiecasalecc. studiombm.it
Il conto quadra su una cifra di oltre 121 mila euro, con poco più di 60 mila euro di spese e quasi 68 mila di avanzo attivo, dovuto quest’ultimo ad alcune sostanziose donazioni pervenute nel corso dell’anno. Saranno destinati a lavori di ristrutturazione in programma soprattutto per la chiesa parrocchiale e per quella di San Carlo, oltre che per l’oratorio Casa del Giovane.
Tra le uscite spiccano gli oltre 10 mila euro devoluti dalla parrocchia a favore di numerose opere assistenziali e caritative.

CASALE FUORI DALL’INVERNO
L’assessorato comunale alla Cultura comunica che l’appuntamento con il Teatro di Passi di Guido Tonetti, in programma per venerdì 19 marzo – Nostalgia di un passato in sottovoce; liriche di Pascoli, Carducci, Leopardi, D’Annunzio, Gozzano – è rinviato al 6 maggio per motivi tecnici.
Gli incontri riprenderanno giovedì 25 marzo, alle 21, presso la sala consiliare del municipio, con ‘Frammenti dall’Odissea di Omero’, a cura dello stesso Tonetti.

martedì 9 marzo 2010

Fiòcä

Metà marz... e fiòcä.

Ij sciori, 'l témp e 'l cu
fan sémper 'mé veuren lù!

(antica saggezza lombarda)

domenica 7 marzo 2010

Notizie 7 Marzo 2010

SOGGIORNO MARINO PER ANZIANI
La comunità montana unica del Cusio organizza un periodo di soggiorno a Rimini per pensionati autosufficienti residenti nel suo territorio, dal 20 maggio al 12 giugno prossimi, con quota individuale di 465 euro.
Informazioni e iscrizioni, dal 10 al 23 marzo, presso la sede dell’ente, in via De Angeli a Omegna, o presso gli uffici comunali.

CASALE FUORI DALL’INVERNO
Venerdì 12 marzo terzo appuntamento per la rassegna culturale organizzata dall’assessorato Cultura dell’amministrazione comunale casalese. Alle 21, nella sala consiliare del municipio, Massimo M. Bonini, studioso di storia e tradizioni locali tratterà il tema ‘Restarà più ma fragaj? Piccola antologia della poesia dialettale tra Verbano Cusio Ossola, Novarese e Ticino’.

LUTTO
E’ scomparsa Santa Cutrano Cannamela, 68 anni, di Casale. A parenti e amici le più sentite condoglianze della redazione.

martedì 2 marzo 2010

Corso di lingua e cultura piemontese

Corso lingua piemontese nelle varianti del Verbano Cusio Ossola
EDIZIONE 2010
In collaborazione con Cà dë Studi Piemontèis – Centro Studi Piemontesi - Torino

Prenderà il via giovedì 11 marzo a Lunecco, presso la sede della ex comunità montana Valle Cannobina, la tredicesima edizione dei corsi di lingua regionale (dialetti) e cultura tradizionale organizzato dalla Compagnia dij Pastor del Verbano Cusio Ossola in collaborazione con la Cà dë Studi Piemontèis – Centro Studi Piemontesi di Torino. Anche per quest’anno sono in programma sette appuntamenti che porteranno i partecipanti – oltre un centinaio nell’edizione del 2009 – alla scoperta di angoli nascosti del territorio e degli aspetti più inconsueti della sua cultura.
Sotto la guida di esperti locali si potrà fare la conoscenza con le arti tessili della valle Cannobina, con il particolare dialetto di Varzo, con la grande poesia in lingua piemontese. E poi le vipere dell’Antigorio, le tecniche dei muri a secco in Anzasca, la realizzazione del carbone di legna in Antrona, la storia della linea Cadorna a Ornavasso, la musica, il suono delle parlate popolari, l’atmosfera… Sono questi gli ingredienti che da tanto tempo determinano il successo di quest’iniziativa. E una buona cena in compagnia, al termine dell’avventura, per consolidare le amicizie che nel frattempo si saranno stabilite.
La partecipazione è libera e gratuita – solo per la cena finale sono previsti il pagamento e la prenotazione obbligatoria. Gli interessati possono presentarsi direttamente agli incontri e per chi lo desiderasse è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione.
Maggiori informazioni al sito web compagniadijpastor.ilcannocchiale.it o telefonando ai recapiti 0323 60975 o 334 2460473.

per la Compagnia dij Pastor
il presidente
prof. Massimo M. Bonini